mapSeguimi su
Facebook
mapCollegati su
Linkedin
La più grande, la più importante, la più utile regola di tutta l'educazione? È non di guadagnare tempo, ma di perderne.
Jean-Jacques Rousseau
Giu 11, 2013 Scritto da 
In evidenza Blog

Riabilitazione Equestre e Mindfulness

Il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD) è un disturbo dello sviluppo neurologico, che colpisce circa il 7% della popolazione dei bambini in età scolare,

caratterizzato da livelli di disattenzioneimpulsività e/o iperattività inadeguati rispetto al livello di sviluppo della persona, che ne provocano una compromissione cronica del funzionamento in varie aree.

Tale Disturbo è caratterizzato dalla mancanza di perseveranza in attività che richiedono un elevato impegno cognitivo, tendenza a passare da un’attività all’altra senza portarle a termine, attività disorganizzate, mal regolare ed eccessive.

I bambini con ADHD sono spesso imprudenti, impulsivi ed inclini a incidenti, inoltre vanno spesso in contro a problemi disciplinari per infrazioni dovute a una mancanza di attenzione piuttosto che alla deliberata disobbedienza; nei rapporti con gli adulti sono spesso socialmente disinibiti, mentre trai i pari possono divenire impopolari ed andare in contro all’isolamento.

COSA SONO I DISTURBI DA COMPORTAMENTO DIROMPENTE

Spesso correlati con l’ADHD sono i Disturbi Esternalizzanti, ovvero quelli in cui i bambini sono portati a dirigere verso l’esterno sottoforma di oppositività, impulsività, iperattività e rabbia le loro emozioni critiche.posizione del bambino
Il Disturbo Oppositivo Provocatorio (DOP) rientra tra questi disturbi esternalizzanti, ed in particolare nel gruppo dei Disturbi da Comportamento Dirompente; questa diagnosi  è diventata tra le più comuni per i bambini in età prescolare, con una prevalenza che va dal 4% al 16,8% (Egger e Angold, 2006; Lavigne et al., 2009). Tale disturbo comporta un significativo peggioramento del funzionamento del bambino in diversi ambiti di vita: scolastico, familiare e sociale; solitamente, infatti, i soggetti con questo disturbo non si considerano oppositivi e provocatori, ma giustificano i propri comportamenti come risposta a circostanze o richieste ritenute irragionevoli e avverse. Ciò è il risultato di una percezione distorta dell’altro, percepito come ostile e iniquo, pronto all’aggressività e alla competitività. In questi bambini l’oppositività, caratterizzata da disobbedienza, ostilità e comportamenti provocatori (sintomi nucleari del disturbo), è prevalentemente rivolta verso gli adulti o, in generale, verso chi ricopre una posizione di autorità, in particolare non rispettando limiti e regole imposte, rifiutando compromessi, rimproveri e punizioni.

UNA COMBINAZIONE VINCENTE: EQUITAZIONE E MINDFULNESS

posizione del cobraLa Riabilitazione Equestre è un’attività particolarmente indicata per i bambini affetti da queste classi di disturbi grazie al suo protagonista: il cavallo. Esso, infatti, interpreta alla perfezione alcuni ruoli chiave che risultano essere fondamentali per un intervento efficace: è un mediatoretra il bambino e il terapista durante la comunicazione di regole, consegne, rimproveri; è un deterrente alla messa in atto di comportamenti problema mentre si sta montando; può rappresentare un rinforzo (positivo o negativo) per premiare l’emissione di comportamenti corretti o, al contrario, per lavorare sul decremento di quelli problematici.
Essendo il DOP e l’ADHD caratterizzati principalmente da una difficoltà nella gestione degli impulsi, dell’autocontrollo e delle reazioni ad emozioni negative, si è pensato di unire la Riabilitazione Equestre, con i suoi punti di forza sopraelencati, con l’Hata Yoga ed esercizi di Mindfulness. Queste ultime due attività sono infatti particolarmente indicate per questi bambini in quanto, attraverso l’acquisizione delle tecniche di controllo della respirazione, di rilassamento e di percezione e controllo delle singole parti del corpo, riescono gradualmente a sviluppare una maggiore consapevolezza e padronanza delle proprie reazioni.
Di seguito un esempio di come sia possibile unire l’equitazione e queste discipline con risultati davvero sorprendenti. Gli obiettivi raggiunti sono stati: perseveranza nello svolgimento del compito, incremento dell’attenzione sostenuta, rafforzamento delle relazioni con i pari e la terapista, autocontrollo, consapevolezza del proprio corpo e raggiungimento di una sensazione di benessere psico-fisico.

 

 

Le attività descritte si sono svolte al Centro Ippico SOE (Società Oristanese Equestre) grazie al lavoro della Dott.ssa Raffaela Montis, Tecnico della Riabilitazione Equestre.

812 Ultima modifica il Mercoledì, 14 Novembre 2018 21:47
Sharon Tiana

Mi chiamo Sharon Tiana e sono una Pedagogista ed Educatore Professionale.
Svolgo la libera professione dal 2014 nella provincia di Oristano e sono esperta nei processi educativi in contesti scolastici ed extrascolastici.
Svolgo la mia attività nell’ambito dei servizi di assistenza specialistica scolastica e domiciliare, dedicandomi inoltre attivamente all’attività di ricerca applicata ai processi educativi.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Orari

Dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13 e dalle 14.30 alle 19.30.

Prendi un appuntamento: 349.8813667

Libri consigliati

Scrivere a mano può rivelarsi un'attività estenuante per quei bambini e ragazzi che hanno un Disturbo dell'apprendimento nell'ambito della scrittura e della lettura.

La risposta dell'ausilio informatico può non rivelarsi inizialmente la panacea di tutti i mali, perchè anche scrivere in maniera fluida su una tastiera può essere faticoso e macchinoso. Leggi Tutto

holy bible